Ventaglio n.59 – Luglio 2019

I trent’anni del Ventaglio

Nel momento in cui chiudiamo il n. 59 del Ventaglio – e già qualcuno ha cominciato a pensare al n. 60 che completerà i primi trent’anni di questa avventura editoriale – non mancano le domande su come è nato e si è sviluppato questo progetto.
Una curiosità legittima, facile da accontentare, dato che tutto ruota attorno alla denominazione “Polesine” che identifica la nostra provincia. Un toponimo che solo un po’ alla volta ha acquistato, in questo trentennio, una valenza positiva, quale inconfondibile riferimento ad un territorio originale delimitato dai due grandi fiumi d’Italia; un termine che si associa a gente che non si scoraggia, che per secoli si è prodigata per creare condizioni di vita accettabili arginando fiumi, scavando canali, bonificando aree paludose; un territorio che offre aspetti di sicuro interesse non solo sotto il profilo naturale, ma anche storico ed artistico. E pertanto non mancano ditte che oggi utilizzano con orgoglio il toponimo “Polesine” per meglio caratterizzare il proprio prodotto, attribuendogli una sorta di marchio di genuinità (il pan biscotto del Polesine, l’aglio del Polesine, e così via).

L’Anteprima di ‘Tra Ville e Giardini’ nel giardino di villa Malmignati

Tra ville e Giardini torna ad accendere i riflettori sui luoghi più belli del Polesine  Martedì 9 luglio, ore  21, l’Anteprima del festival nel parco di villa Malmignati a Lendinara Lendinara, (Rovigo ) – Veneto –  Aperta al pubblico,  in occasione delle giornate FAI di primavera, villa Malmignati  torna ad essere luogo di riferimento per […]

Mostra fotografica ‘Polesine Mio’ di Roberto Bottari, in sala Celio

‘Polesine Mio’ . Il Polesine di ieri e di oggi nelle raccolte fotografiche di Roberto Bottari. Rovigo, Veneto – Sono circa 80 le fotografie scelte da Roberto Bottari , fra le centinaia che ha dedicato alla nostra terra, quelle attualmente esposte in Sala Celio  per raccontare il Polesine com’era e com’è. Un percorso iniziato qualche decennio […]