E(C)CO ROVIGO

MAPPE CHE RACCONTANO COME SCOPRIRE E VIVERE LA CITTA’

Rovigo, Veneto. Raccontare la città, riscoprirla e viverla attraverso itinerari culturali alternativi dedicati ai giovani, fuori dal circuito del commercio e delle visite organizzate. E’ la proposta rivolta ai giovani viaggiatori italiani e veneti e al turismo giovanile dell’Unione Europea grazie alle 15.000 mappe realizzate in lingua italiana e altrettante in lingua inglese che verranno presentate e distribuite sabato 17 settembre, a partire dalle 16, nella sala della Gran Guardia. Una serie di eventi che coinvolgeranno tutti coloro che, a vario titolo, hanno partecipato al progetto che prende vita, non per caso, durante la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile.
     Della realizzazione del progetto hanno parlato i rappresentanti delle associazioni che hanno partecipato al bando ‘CulturalMente’, 2015, sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, nel corso dell’incontro con la stampa che si è svolto a Palazzo Cezza, sede della Fondazione, a Rovigo, in p.zza Vittorio Emanuele II. Capofila del progetto l’associazione culturale ‘Leonardo da Vinci’, guidata da Elena Brigo, Cospe, rappresentata da Sara Miotto, Arci Solidarietà Veneto, On Stage, la rete europea USE-IT, in collaborazione con Amici della Bici Onlus, FIAB Rovigo, CTG Veneto, Forum Giovani Rovigo, Conservatorio statale ‘F.Venezze’, Ro, liceo statale ‘Celio Roccati’,Comune di Rovigo, Assessorato alle politiche Giovanili, Provincia di Rovigo, GAL Adige. Obiettivo da perseguire: la valorizzazione delle attività creative in campo artistico e culturale dei giovani, sostenendo iniziative rivolte allo sviluppo culturale, sociale e turistico del territorio, in maniera innovativa e sostenibile. Presenti all’incontro: Flavio Zampieri, consiliere della Fondazione, Andrea Donzelli, assessore alla Cultura del Comune di Rovigo.
   Avvalendosi dell’esperienza di ‘Use-it Europe, network avviato in molte città europee che si propone, attraverso la mappatura fatta da giovani, residenti e non, di promuovere il territorio e il suo patrimonio artistico e culturale, la mappa ‘Use – it Rovigo è stata realizzata con uno stile giovane e scanzonato senza tralasciare, però, le cose pratiche e concrete. Punto di partenza i tre laboratori, dedicati a giovani sotto i 30 anni, per raccontare Rovigo in modo originale, prestando attenzione alla sostenibilità. ‘MAP – it , il primo, dedicato alla scrittura cre-attiva, realizzato da Marta Telatin, sociologa e scrittrice, in collaborazione con Elena Brigo, editrice, e il coordinamento di Sofia Pagliarin. Il secondo, Design – it,  sulle arti visive , l’illustrazione e il turismo responsabile, a cura di COSPE, ente di formazione e promozione dello sviluppo equo e sostenibile,  in collaborazione con due classi quarte del Liceo artistico ‘Celio Roccati’, l’intervento di un operatore tematico sul turismo responsabile e un esperto illustratore, per far riscoprire luoghi inconsueti e non convenzionali di Rovigo. Infine, il laboratoirio musicale ‘Play -it , a cura dell’associazione ‘On Stage’, in collaborazione con il Conservatorio ‘Venezze’, per consolidare competenze e  tecniche artistico – culturali di giovani musicisti e gruppi locali, coordinati da Enrico Marchioro, che ha portato alla realizzazione di un percorso musicale di riscoperta della città.
     A sottolineare il valore dell’iniziativa il commento di Flavio Zampieri che ha ricordato l’inpegno economico della Fondazione per il progetto ‘Culturalmente’, giunto alla IV edizione.
   Nel programma di sabato 17 è previsto: un ciclo itinerario con performance musicali. La presentazione ufficiale della mappa USE -IT ROVIGO e E(C) CO    Rovigo; performance musicale di jazz e aperitivo finale con prodotti del territorio, di stagione e biologici. La mostra si può visitare anche domenica 18, dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 20.00.